DIGIUNO INTERMITTENTE

Più che una dieta è uno stile di vita. Se ne parla molto ultimamente, ma in cosa consiste?
Secondo la versione ottimale si mangia in una finestra di 8 ore e si digiuna per le restanti 16, quindi per esempio si può saltare la colazione e mangiare un buon pranzo alle h 12/13 con uno spuntino nel pomeriggio e una cena leggera entro le h 20/21 a seconda di quando si è iniziato, oppure si fa colazione verso le h 8/9 del mattino e si pranza normalmente verso le h 13 e poi si fa una breve cena - merenda salata entro le h 16/17. 
Se si decide di voler tenere una pausa di 14 ore anzichè 16, si ha una finestra di 10 ore per mangiare, per esempio si può fare colazione alle h 8 e poi mangiare una cena leggera entro le h 18. Questa è la versione più facile da praticare e quella anche consigliata da Walter Longo nel suo libro della dieta della longevità. 
Ci sono persone che preferiscono la versione 12 ore di cibo e 12 ore di digiuno... Ognuno in base alle proprie esigenze e ai propri obiettivi, può decidere quale delle versioni adottare. 
Io per esempio amo il momento della colazione, è la mia parte preferita della giornata e non riesco a rinunciarci, preferisco invece avere lo stomaco leggero per la notte. 
Quindi la novità interessante è non più quanto mangio, ma quando mangio. Nelle ore di digiuno si può, anzi si deve, bere molta acqua, tisane, caffè (poco e solo al mattino), caffè d'orzo. ovviamente no alcolici e no zucchero o panna, latte insieme al caffè.
In realtà il consiglio è sempre di tenere dei piatti equilibrati nel pasto principale che consumiamo, dove ci sono tante verdure (meglio cotte in questa stagione) proteine e carboidrati in equilibrio tra loro, cercando di variare sempre la dieta, di non mangiare sempre le stesse cose, di tenere sotto controllo il consumo di zuccheri, di latticini e preferire farine integrali e cibo biologico di origine controllata. Lo scopo è di avere un periodo lungo durante la giornata in cui gli organi sono lasciati a riposo, in modo che il corpo abbia la possibilità di disintossicarsi, utilizzare le sue riserve di grasso per fornirci energia e di conseguenza perdere anche peso accelerando il metabolismo. 
Ho trovato che è molto efficace sopratutto per coloro i quali vogliono perdere peso nella zona addominale e non sanno bene come fare, a un certo punto con l'età e la premenopausa il metabolismo cambia, si rallenta, questo è un modo molto semplice per tornare in forma. 
In ogni caso è bene iniziare in modo graduale, magari provare con prima una volta con la finestra di 10 ore, cenando presto verso le h 18 e vedere come ci si sente e poi decidere se continuare. Se non si hanno evidenti problemi di peso e si vuole solo avere un modo facile per mantenersi in forma lo si può praticare 2 - 3 volte la settimana non di più. Io in realtà lo pratico inconsapevolmente da qualche anno, perchè spesso la sera finisco tardi di lavorare in studio e siccome non mi piace andare a dormire con il cibo sullo stomaco, spesso mangio qualcosa prima di iniziare a lavorare nel pomeriggio alle h 17, e diciamo che sfrutto questo concetto quando voglio perdere un pò di peso magari dopo un periodo di festa.
Ricordo che se avete problemi di diabete, insufficienza renale o epatica o altri gravi problemi di salute è meglio evitare questo genere di pratica e farlo sempre solo se accompagnati da un medico e da una figura competente nel campo.  
Se avete domande, dubbi o volete maggiori informazioni sono qui a vostro disposizione. 
Godetevi il video e iscrivetevi al mio canale. Questo è il video in cui vi spiego tutto: https://youtu.be/3GQCzEMtyNo
per info: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. consulenza on line o dal vivo a Milano in studio.
Instagram e Facebook Sonia Cabiaglia Naturopata - sito: www.manipurastudio.it

Print   Email